logoclaimdefin

 

Cantaballo® è un marchio registrato di proprietà di Rosa Cipriano.

Le canzoni e le musiche del programma Cantaballo®  sono registrate alla SIAE, numero di posizione 272818.

 

DR Studio

Via Molinelle 58 - 80045 Pompei (NA)

P.i.v.a 08093531211

 

Privacy Policy   Condizioni d'uso  Cookie-Policy

Cantaballo® Volume 1

Lezione n. 1

unnamed
iconfinder25social2609558

facebook
youtube

INTRODUZIONE

 

 

 

>>>Cos’è il Cantaballo®

 

Cantaballo® è il primo programma completo di esercizi motori cantati e ballati per bambini basato sulla metodologia del dialogo motorio, un particolare approccio al movimento che ho ideato e che si focalizza sull’analisi della relazione che si instaura tra elementi input e corpo.

Si parte da uno stimolo, che può essere interno alla sfera emotiva oppure esterno, astratto o concreto, reale o fantastico, e lo si utilizza per provocare la risposta corporea spontanea nel soggetto praticante.

Ho scelto la parola Dialogo perché suona armoniosa e colloquiale, infonde nell’animo un atteggiamento di calma, distensivo.

Il dialogo richiama alla mente un rapporto tra pari, senza nessuna prevaricazione o imposizione.

Dialogo vuol dire accettare qualsiasi risposta, non avere timore di rispondere, non sentirsi obbligato a dare risposte esatte.

La parola dialogo suggerisce continuità, parla di un percorso senza fine, che non spaventa, che è alla portata di tutti, che fluisce in modo naturale.

Dialogo, era quello che cercavo e realizzavo nelle mie sperimentazioni sul movimento e che mi ha portato all’elaborazione del programma Cantaballo®.

Attraverso la metodologia del dialogo motorio mi preoccupo di provocare il movimento del corpo in risposta a uno stimolo, esterno o interno, intenso o leggero, grande o piccolo; di dare spazio a gesti, linee, movenze che traducono, amplificano, contemplano, reinterpretano.

Nel dialogo motorio si incoraggia la spontaneità e ci si focalizza sulla stretta relazione che si sviluppa tra gli elementi input e il corpo.

Partendo dall’unicità corpo-mente, con la metodologia del dialogo motorio si incentiva la stretta interconnessione tra facoltà psichiche e facoltà corporee per uno sviluppo completo della personalità del bambino.

In questo percorso l’educatore diventa una guida che dapprima favorisce l’esplorazione autonoma del movimento al bambino e poi lo conduce ad una forma compiuta e organizzata.

Con l’approccio del dialogo motorio i bambini fanno esperienza diretta con il corpo e apprendono in maniera più concreta concetti astratti quali ad esempio tempo e spazio, peso, gravità, forma, fluidità.

Oltre all’aspetto corporeo e cognitivo, viene valorizzato anche quello emotivo ed affettivo.

In questo modo il bambino sperimenta non solo schemi motori ma anche situazioni che coinvolgono l’aspetto emotivo, comunicativo e relazionale.

Puntando sullo sviluppo globale del bambino, gli viene data la possibilità di diventare padrone dei propri movimenti, di riflettere su sé stesso e di imparare a conoscersi meglio.

L’auto riflessione e la scoperta di sé, del proprio corpo, della propria gestualità, influenza positivamente poi sulla capacità di comunicare  e rapportarsi con gli altri e arricchisce il linguaggio.

Il dialogo motorio offre un’ampia gamma di possibilità esperienziali ed espressive, consentendo al bambino di fare un’esperienza completa e interdisciplinare, dove intelletto, corpo, emozioni vengono considerate componenti ugualmente importanti per lo sviluppo della personalità.

In un clima di fiducia e sicurezza, viene soddisfatto il bisogno del bambino di muoversi, esplorare, incontrarsi, comunicare con gli altri.

Giunge alla consapevolezza del proprio schema corporeo e diventa abile e padrone delle sue azioni.

Per consentire la messa in pratica di tale approccio, mi servo della musica e della danza, per incentivare l’espressività del movimento, l’autenticità del linguaggio non verbale, quello rivelatore di sensazioni, pensieri, desideri e che meglio rappresenta l’espressione del proprio mondo interiore.

Il linguaggio della danza è un linguaggio di simboli rivelatore di verità spesso sconosciute a colui che le detiene.

Come affermava il teorico e coreografo Rudolf Laban, nella danza si realizza una cooperazione organizzata delle nostre facoltà mentali, emotive e corporee che si traduce in azioni la cui esperienza è della massima importanza per lo sviluppo della coordinazione, dell’armonia e della personalità.

Oggi più che mai, la danza diventa uno strumento potente per una generazione abituata al virtuale che spesso li priva del contatto con la fisicità e della consapevolezza del suo valore simbolico.

Danzare permette di sciogliere le tensioni fisiche e le inibizioni mentali e consente di percepire quella dimensione corporea comprensiva di corpo ed emozioni.

La danza contribuisce al miglioramento degli schemi motori, sia statici che dinamici; sollecita a prendere consapevolezza della lateralità, non solo in relazione a sé, ma anche agli altri e allo spazio circostante; favorisce l’acquisizione dei concetti di spazio  e tempo e delle strutture ritmiche.

Già Platone affermava che il ritmo è “ordine di movimento”, organizza il movimento del corpo umano ed è elemento propedeutico ad ogni forma di educazione (Platone, Leggi, 665 a).

Attraverso la danza, la motricità diviene un mezzo per acquisire anche abilità comunicative, gestuali, mimiche, concorre allo sviluppo di capacità relazionali, migliora la sensibilità espressiva ed estetica.

Nel Cantaballo® il dialogo motorio ha come elemento input la canzone che facilita l’apprendimento delle nozioni motorie di base e aiuta i bambini a divenire consapevoli delle possibilità di movimento del corpo.

La canzone applicata all’attività motoria, diventa il movente che incentiva i bambini ad eseguire l’esercizio in modo naturale, ha la capacità di tenere desta la loro attenzione e di non annoiarli.

Con il canto i passi vengono memorizzati più facilmente, i bambini sono più sicuri e riescono ad eseguire l’esercizio con maggiore consapevolezza.

Il loro corpo traduce in movimenti le parole assimilando in modo corretto la metrica e la dinamica del movimento.

Il canto aiuta a sottolineare il tipo di movimento richiesto, a meglio far comprendere ai bambini la qualità espressiva e la ritmicità.

La canzone si aggiunge alla musica e amplia le occasioni di consapevolezza del proprio corpo in movimento.

 

>>>Come è nato il programma Cantaballo®

 

Il programma Cantaballo® nasce dalla mia esperienza  pluriennale  nel campo dell’insegnamento della danza e dell’attività motoria.

In particolare il lavoro quotidiano svolto con i fanciulli in sala danza e nella scuola dell’infanzia e primaria, nell’ambito di progetti scolastici di educazione al movimento, mi ha incoraggiato a sperimentare un nuovo modo di proporre le lezioni che coinvolgesse i bambini in modo divertente.

 Partendo dal bambino e dalle sue necessità, ogni esperienza di insegnamento ha contribuito e contribuisce alla ricerca e sperimentazione di proposte formative nuove e sempre più stimolanti.

L’esigenza di individuare la musica più adatta che accompagnasse ogni composizione motoria, mi ha ispirato nella creazione di un metodo che fondesse insieme parola, musica e movimento.

Ogni canzone del programma Cantaballo® nasce per la specifica esigenza motoria che deve assolvere l’esercizio con una scrupolosa e attenta ricerca di suoni, strumenti e melodie.

 

>>>In cosa consiste il programma Cantaballo®

 

Il programma Cantaballo® si compone di canzoni inedite che ho appositamente ideato per descrivere i percorsi motori sviluppati secondo specifici obiettivi educativi quali, ad esempio, lo sviluppo della coordinazione, forza, elasticità; il miglioramento della mobilità articolare; la scoperta delle diverse dinamiche del movimento; lo sviluppo della consapevolezza spaziale.

Cantaballo®:

·         offre una ricca esperienza di apprendimento dell’attività motoria, con una varietà di esercizi che stimolano più intelligenze contemporaneamente: motoria, uditiva, linguistica, musicale;

·         ha una finalità educativa;

·         aiuta a sviluppare il movimento libero e creativo.

Le canzoni del programma Cantaballo®  sono create con una specifica selezione di suoni, melodie, ritmi e parole specificamente individuati in base all’obiettivo motorio di ogni esercizio.

I vocaboli delle canzoni Cantaballo® sono stati specificamente selezionati per consentire ai bambini di dare forma corporea alla musica e alle parole, creando così una perfetta sintonia tra linguaggio e corpo.

Il programma Cantaballo® si suddivide in tre sezioni così articolate:

·         I sezione: esercizi di riscaldamento per mettere in moto tutto il corpo aumentando il ritmo cardiaco;

·         II sezione: esercizi di esplorazione del movimento, dove vengono affrontati i concetti fondamentali dell’educazione motoria e incoraggiato il movimento creativo;

·         III sezione: esercizi di rilassamento e respirazione.

Ogni canzoncina esprime un percorso motorio che si sviluppa con finalità precise e consente ai bambini di acquisire la piena consapevolezza del proprio corpo unendo spontaneità ed organizzazione del movimento.

Attraverso le canzoni e gli esercizi Cantaballo® il bambino sviluppa le sue capacità motorie, di coordinazione, forza ed equilibrio; viene condotto alla conoscenza dello spazio e delle diverse dinamiche in cui può articolarsi il movimento; viene spronato ad allenare la fantasia e la creatività; a conoscere sé e gli altri; a dare forma ad immagini ed emozioni.

Il canto aiuta a memorizzare gli esercizi, a entrare in rapporto diretto con la musica e con le sonorità di ogni sequenza, facilita l’apprendimento e coinvolge i bambini in modo completo.

Sulla musica il bambino balla i movimenti suggeriti, partecipa all’apprendimento non come un soggetto passivo, ma come soggetto attivo nell’elaborazione del percorso motorio. Acquisisce consapevolezza del ritmo, diventa padrone dello spazio e delle direzioni,  apprezza la melodia, il fraseggio e impara conoscere il linguaggio del corpo e della sua relazione con la musica e le parole.

Negli esercizi Cantaballo® il ballo è libero e creativo e si sviluppa partendo dagli elementi basilari del movimento per poi sperimentare via via composizioni più articolate.

Con il programma Cantaballo® si realizza un ambiente educativo e di apprendimento in cui ogni bambino, nella sua unicità, è valorizzato e sostenuto nelle proprie abilità, è incoraggiato nella  ricerca della propria forma espressiva, in un clima di condivisione, rispetto e integrazione.

Infine, gli esercizi Cantaballo®  hanno un approccio multidisciplinare e consentono ai bambini di associare e integrare le diverse materie scolastiche come la matematica e geometria, le scienze, la geografia, l’arte, l’educazione civica … facendo ogni volta una esperienza completa e di alto valore educativo.

L’ attività motoria diventa un’esperienza nuova, vitale, creativa, coinvolgente, universale, che consente ai bambini di sperimentare la gioia del movimento.

Il programma Cantaballo® può essere insegnato da docenti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, insegnanti di danza,  docenti di attività motoria, educatori che abbiano acquisito tutte le nozioni e approfondito la metodologia.

 

>>>Qual è l’unicità del Cantaballo®

 

L’unicità del programma Cantaballo® è l’utilizzo delle canzoni appositamente create per facilitare lo sviluppo delle capacità motorie in modo creativo e divertente.

Basandosi sulla sperimentazione del dialogo motorio, i bambini non ricevono movimenti preconfezionati da dover imitare alla perfezione ma vengono incoraggiati a trovare le risposte motorie alla canzone che accompagna l’esercizio.

 

>>>Quali risultati si ottengono con la lezione Cantaballo®

 

I bambini:

--imparano a muoversi in modo spontaneo partecipando attivamente alla elaborazione del movimento;

--acquisiscono velocemente le abilità motorie;

--diventano più creativi e intelligenti.

 

>>>Il metodo Cantaballo® in cosa si differenzia dagli altri metodi

 

Il metodo Cantaballo® si differenzia dagli altri programmi di attività motoria per bambini, perché non si limita a dare importanza al gesto atletico e alla prestazione sportiva, ma consente di concentrarsi sulla percezione ed espressione di sé, di unire corpo e mente.

A differenza dei metodi che prevedono l’utilizzo di coreografie già impostate, le canzoni appositamente ideate per gli esercizi Cantaballo® si prestano a un’ampia varietà di esecuzione, in quanto l’insegnante è lasciato libero di strutturare l’esercizio in modo personalizzato anche con l’aiuto dei bambini.

Il Cantaballo® , a differenza dei metodi che preparano alla danza con approccio giocoso, riesce ad educare al movimento anche i bambini che non hanno particolari attitudini per il ballo e che non sono interessati alla danza, consentendo di sviluppare più competenze e abilità.

A differenza dei metodi che si concentrano solo sull’attività aerobica e su ritmi molto coinvolgenti, il Cantaballo® propone una varietà di ritmi e stili contribuendo allo sviluppo globale della personalità dei bambini.

 

>>>Dove si può insegnare il Cantaballo®

 

Il corso di Cantaballo®  può essere introdotto in tutti gli ambienti dove si svolge attività di formazione per bambini e in particolare:

-       ambienti scolastici: scuole d’infanzia, scuole primarie;

-       ambienti sportivi: palestre, scuole di danza;

-       ambienti di aggregazione con finalità educative e sociali

 

>>>Come impostare una lezione di Cantaballo®

 

Il programma Cantaballo® si sviluppa su base annuale con una programmazione degli incontri almeno  una volta alla settimana della durata di circa 45-55 minuti a seconda dell’età dei bambini.

Nel pianificare la lezione, è importate adattare le attività alle esigenze degli alunni, alle loro attitudini e conoscenze, ai bisogni e difficoltà manifestate dal gruppo.

Gli incontri devono svolgersi in ambienti adeguati, evitando luoghi troppo ampi e dispersivi, assicurandosi una pavimentazione adatta, l’assenza di pericoli e una buona acustica.

La lezione comincia con un primo momento di accoglienza e presentazione, dove diamo il benvenuto ai bambini e introduciamo l’atmosfera del Cantaballo®danzando sulla sigla.

Segue la fase di riscaldamento (sezione I), poi il momento dedicato agli esercizi di esplorazione del movimento (sezione II), e infine il rilassamento (sezione III).

Ogni esercizio viene introdotto da una breve spiegazione dove l’educatore illustra gli obiettivi, le modalità di svolgimento, gli oggetti e lo spazio da utilizzare.

Segue la spiegazione dei movimenti associati alla canzone che faremo eseguire ai bambini anche con l’aiuto degli oggetti di volta in volta richiesti, poi l’ascolto della canzone e infine l’esecuzione sulla musica.

La varietà di esercizi proposti per ogni sezione, facilita l’impostazione della lezione e consentirà agli educatori di diversificare l’attività che i bambini vivranno con gioia e attesa.

La comunicazione da adottare con i bambini durante le lezioni Cantaballo® deve essere di tipo circolare, capace di rovesciare la logica adulto che sa-bambino che impara, pur senza perdere il ruolo di guida e di supporto.

E’ importante costruire un dialogo costante, un flusso di idee e spunti prestando attenzione alle risposte dei bambini che contribuiranno alla ideazione e allo sviluppo del percorso motorio cantato.

Il clima emotivo è l’elemento fondamentale della lezione: si impara e si insegna con il sorriso, valorizzando gli studenti, con atteggiamento positivo e propositivo.

L’insegnante Cantaballo® ascolta gli alunni, li incoraggia a parlare e ad esporre il proprio punto di vista,  comunica in modo chiaro e trasparente, tiene conto delle loro esigenze e si adatta a cercare la soluzione che meglio può amalgamare il gruppo senza discriminare.

L’insegnante deve conoscere bene quello che propone e deve aver praticato e sperimentato prima su di sé il movimento.

In questo modo riuscirà ad essere una valida guida, sicura ma anche flessibile, pronta ad adattarsi alle situazioni, a intervenire in modo efficace, a mantenere vivo l’ascolto.

E’ necessario che l’insegnante mantenga il contatto diretto con la realtà dei bambini, il loro mondo familiare, il contesto sociale in cui vivono, per meglio comprendere comportamenti, reazioni, esigenze.

L’insegnante Cantaballo®  ama raccontare storie, si entusiasma davanti a nuove scoperte, è animato da una forte passione, usa un ritmo e tono di voce che varia a seconda dell’attività che faremo svolgere ai bambini.

Come un coach, stimola e indirizza le energie dei bambini aiutandoli a superare i propri limiti e a prendere consapevolezza delle proprie capacità. Predilige una comunicazione di tipo circolare, dove i bambini sono attivamente coinvolti attraverso l’esperienza.

Con uno sguardo inclusivo, l’insegnante Cantaballo®  accoglie tutti nella propria soggettività, dà valore ai gesti, agli sforzi e alle difficoltà che si possono incontrare durante la pratica in uno spazio vivo, vitale, abitato in maniera attiva dove ciascuno è coinvolto nel portare qualcosa di sé e dove si cercano insieme le risposte.

 

Hai qualche dubbio o domanda?

Compila il form e inviami le tue richieste!